La maturità digitale nel Settore Finanziario

Stampa Twitter Facebook Delicious LinkedIn

La maturità digitale nel Settore Finanziario

Londra, 10 dicembre 2014 – Il settore dei Servizi Finanziari punta più di altri alla digitalizzazione in risposta all’esigenza dei clienti di accedere in modo più semplice alle transazioni online e mediante dispositivi mobili. In questo settore a riporre maggiore fiducia nella maturità digitale sono le piccole aziende.

Il settore dei Servizi Finanziari riconosce più di altri settori* l'importanza di raggiungere la maturità digitale da cui dipende il successo finanziario della propria azienda. Questo dato emerge da una ricerca condotta da Coleman Parkes e commissionata da Ricoh Europe per capire in che modo le piccole e grandi imprese si stiano attivando per un futuro completamente digitalizzato. Il settore dei Servizi Finanziari ritiene senza ombra di dubbio che il raggiungimento della maturità digitale porti a maggiori profitti. Il 73% dei dirigenti di questo settore prevede che il cammino verso la digitalizzazione avrà ripercussioni positive sulla crescita aziendale. Inoltre, il 69% afferma che la maturità digitale contribuirà a rendere l’immagine aziendale ancora più attraente agli occhi di investitori e di potenziali acquirenti, per cui la digitalizzazione potrebbe rivelarsi un fattore decisivo nell’ambito di fusioni e acquisizioni.

Se si esplora più a fondo il valore attribuito dal settore alla maturità digitale si nota che le imprese più piccole sono le più fiduciose. La ricerca rivela che le piccole aziende del Settore Finanziario riconoscono i vantaggi connessi alla maturità digitale.

  • Il 79% afferma che la capacità di ottimizzare i processi più rapidamente offre all’azienda un netto vantaggio nel raggiungimento della maturità digitale.

  • Il 70% ritiene di essere in grado di comprendere e implementare le tecnologie in maniera puntuale e di trarne velocemente vantaggio rispetto ai concorrenti più grandi.

  • Il 63% prevede di raggiungere la maturità digitale più rapidamente delle imprese più grandi.

La fiducia delle piccole imprese del Settore Finanziario è dovuta probabilmente alla maggiore velocità di cambiamento e alla capacità di adottare nuovi modi di lavorare più rapidamente rispetto alle grandi imprese. Tuttavia, il 67% concorda sulla necessità di affidarsi a un partner esterno che, anche in collaborazione con il team interno, guidi l’azienda verso la maturità digitale.

Con l’esclusione del mondo Retail, quello dei Servizi Finanziari è il settore più vicino alla digitalizzazione in risposta all’esigenza dei clienti di accedere in modo più semplice ai servizi bancari online e mediante dispositivi mobili. La necessità di raggiungere la maturità digitale è ancora più forte in quanto la Generation Y (le persone nate tra il 1980 e il 2000), una generazione fortemente “digitalizzata”, e le relative famiglie saranno i principali acquirenti di servizi finanziari nei prossimi 20 anni e oltre.

Carsten Bruhn, Executive Vice President di Ricoh Europe, afferma: “I cambiamenti normativi e l'ingresso di nuovi player nel settore dei Servizi Finanziari hanno obbligato le aziende a cambiare modo di fare business. Le aziende specializzate nell’analisi dei dati e nelle comunicazioni digitali li sollecitano con insistenza. La buona notizia è che la digitalizzazione dei flussi informativi si sta rivelando efficace, il che significa che la maggior parte delle imprese di Servizi Finanziari sarà presto in grado di digitalizzare rapidamente i processi a supporto del servizio ai clienti. Chi ritiene di avere ancora molto tempo a disposizione per raggiungere la maturità digitale corre seri rischi. La questione si può riassumere nella domanda: le aziende che non completano la trasformazione digitale sopravvivranno?”

Per ulteriori informazioni sui cambiamenti guidati dalla tecnologia potete visitare il sito
www.ricoh.it/thoughtleadership

*Compresi Settore dell’Istruzione, Sanità e Settore Pubblico

Inizio pagina

Ricoh

Ricoh è un Gruppo multinazionale che fornisce soluzioni per la stampa office e per il production printing, servizi documentali e servizi IT. Con sede principale a Tokyo, Ricoh è presente in oltre 200 Paesi e nell’anno fiscale conclusosi a marzo 2014 ha realizzato un fatturato di 2,195 miliardi di yen basato sul principio contabile internazionale IFRS (circa 21,3  miliardi di dollari).

La maggior parte del fatturato del Gruppo deriva dalla vendita di prodotti, di soluzioni e di servizi che migliorano la gestione delle informazioni. Ricoh produce inoltre fotocamere digitali, che hanno ricevuto numerosi riconoscimenti, e altri prodotti industriali. Ricoh è conosciuta nel mercato per la qualità delle tecnologie, gli elevati standard di servizio e le iniziative a favore della sostenibilità.

Come espresso dalla tagline aziendale imagine. change. Ricoh aiuta le aziende a trasformare il modo in cui lavorano e a valorizzare l’immaginazione dei dipendenti. 

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito:
www.ricoh.it

Inizio pagina