Policy su cookie

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare all'interno del sito, fornisci il consenso all'utilizzo dei cookie.
Scopri di più qui

TU Delft

Con oltre 21.000 utenti tra studenti e personale, TU Delft è la più grande università tecnica olandese.

Grazie ai Business Process Services Ricoh e alla soluzione per la gestione delle fatture, i processi di pagamento alla Technische Universiteit Delft (TU Delft) sono stati automatizzati, ottimizzando i flussi di lavoro.
I dispositivi multifunzione Ricoh vengono utilizzati per scansire, archiviare e distribuire le fatture, ora gestite in maniera più veloce, consentendo all’Università di effettuare pagamenti puntuali. Prima di utilizzare le soluzioni Ricoh la gestione manuale del processo di fatturazione comportava spesso ritardi e condizioni peggiorative di pagamento. Inoltre il carico di lavoro amministrativo è stato ridotto, garantendo alla TU Delft un risparmio di 550.000 euro annuali.

“Prima di adottare la soluzione Ricoh, per approvare una fattura erano necessari 60 giorni. Ora il processo richiede in media 20 giorni ed è trasparente al 100%. Dall’implementazione del processo di automatizzazione non abbiamo perso traccia di una sola fattura.” spiega Ton Visser, Head of Accounts Payable and Application Manager di TU Delft.

  • Sfida: Governance e conformità, Flussi di lavoro digitali
  • Settori: Università e istituti superiori
  • Dimensioni azienda: Piccole e medie imprese
  • Linea di servizio: Business Process Services

Casi di successo correlati

  • University of Groningen

    University of Groningen

    I Managed Document Service di Ricoh hanno assicurato all’Università di Groningen un risparmio di 700.000 euro l’anno.

  • Humboldt-Universität

    Humboldt-Universität

    La creazione di nuove aree stampa all'interno dell'Università tedesca ha migliorato i servizi offerti agli studenti.

  • Maastricht University

    Maastricht University

    DocuLounge di Ricoh aumenta di più del 20% il livello di soddisfazione degli studenti dell’Università di Maastricht