Policy su cookie

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare all'interno del sito, fornisci il consenso all'utilizzo dei cookie.
Scopri di più qui

Premio Ricoh per giovani artisti

Il “Premio Ricoh per giovani artisti contemporanei” è un progetto di Responsabilità Sociale nato nel 2010, che giunge quest'anno alla decima edizione. L'iniziativa è organizzata da Ricoh Italia con la collaborazione di Regione Lombardia e con il patrocinio del Comune di Vimodrone.

copertina premio

Il Premio rientra nell'ambito delle iniziative di Corporate Social Responsibility italiane ed ha l'obiettivo di offrire ai giovani artisti un'importante occasione di confronto e visibilità in un panorama, come quello italiano, dove arte, cultura e creatività costituiscono un fattore di sviluppo fondamentale. 

I partecipanti al concorso, devono preferibilmente frequentare, aver frequentato o essere iscritti a un’Accademia o a una scuola d’arte, ma anche artisti che hanno seguito percorsi di studi diversi sono stati giudicati in grado di accedere al gruppo di finalisti. 
Quest'anno sono state coinvolte 35 Accademie e Scuole d'arte italiane e 4 Accademie estere, a conferma della crescente importanza raggiunta dalla manifestazione nel panorama artistico contemporaneo.

Ogni anno le opere finaliste sono state esposte presso prestigiose aree espositive di Milano. 
Per le ultime edizioni, ad esempio, era stato lo Spazio Mostre N3 di Palazzo Lombardia ad ospitare la mostra. 
Purtroppo quest’anno, a causa dell’emergenza Covid-19, non è stato possibile organizzare questi importanti momenti di incontro e di confronto. 

Scarica il Catalogo Ricoh - decima edizione 

Clicca qui per vedere il video della premiazione della decima edizione.

Anche per la decima edizione agli artisti è stato chiesto di esprimere, attraverso le loro opere, i valori Ricoh riassumibili in:

• attenzione all’ambiente e ai principi della Responsabilità Sociale
• semplificazione della vita e del lavoro
• sforzo verso l'innovazione

Questi concetti non devono necessariamente tradursi a livello artistico in modo simbolico o didascalico, ma rappresentano un puro spunto creativo che vuole lasciare all’artista piena libertà espressiva. Le opere, inoltre, devono dimostrare chiaramente un forte impegno nella ricerca ed essere inserite a tutti gli effetti nel filone dell’arte contemporanea.

Da alcuni anni, oltre alle tre categorie in cui il Premio si organizza tradizionalmente (pittura/disegno/grafica, fotografia/video art/digital art, scultura/installazione), è stata aggiunta una nuova sezione “trasversale”, la Pop Art. 

Le 27 opere finaliste sono giudicate da una giuria presieduta da Giorgio Grasso, Presidente della Fondazione Arte Contemporanea, e composta da Davide Oriani (CEO di Ricoh Italia), Mirko Bianchi (Past President di Ricoh Italia), Paolo Arrigoni (CEO Arrigoni SpA), Roberto Pellegrini (CEO Media Trade Company), Maria Grazia Mattei (Fondatrice e Presidente Meet Digital Culture Center, Fondazione Cariplo), Karina Castorani Gosteva (Artista) e Alessandro Papini (Presidente del Gruppo di Lavoro per la selezione di mostre, opere d’arte ed esposizioni culturali/informative per la valorizzazione delle sedi di Regione Lombardia).

Anche per la decima edizione, oltre a un vincitore assoluto, viene proclamato un vincitore per ognuna delle categorie. 

Le opere vincitrici di tutte le edizioni sono esposte nella collezione d’arte Ricoh allestita presso la sede di Vimodrone (Milano).